6 cose che le donne fanno alla guida dello scooter…

6 cose che le donne fanno alla guida dello scooter…
5 (100%) 1 vote

6 COSE CHELE DONNE FANNO ALLA GUIDA DI UNO SCOOTER... (3)

Cose che le donne fanno alla guida dello scooter…e che non dovrebbero mai fare!

La guida dello scooter può essere un momento di pausa dalla vita ordinaria, o semplicemente un modo per spostarsi da un luogo all’altro, più spesso un’alternativa all’automobile. Ed è proprio quando viene vissuto come surrogato del 4 ruote che si trasforma in un momento quasi intimo, uno di quegli attimi in cui si pensa di non essere visti ed osservati da nessuno…
Ecco in queste situazioni mi è capitato di vedere cose che “Voi umani nemmeno immaginate…”
So che oramai è inflazionata come frase, ma non trovo nulla di meglio per descrivere le paradossali figure di emme che certe donne riescono a fare quando sono alla guida, in particolare alla guida di uno scooter.
Ti premetto che purtroppo sono una pessima fotografa ed ancor più una con riflessi tali, da fare impallidire un bradipo, quando si tratta di cogliere il momento, quindi non sono stata in grado di imprigionare queste perle di saggezza all’interno di un obiettivo, per cui mi scuso, non ho immagini ad avvalorare tali disavventure, dovrai credermi sulla parola.

1.Resta di stucco.. è un barba-TRUCCO!

Ebbene si, anche alla guida dello scooter, sono riuscita a vedere una ragazza che si truccava. (Era ferma ad un semaforo, ma pronta per ripartire al verde…)
Questa pratica confesso che l’avevo vista soprattutto sulle auto, e quando invece l’ho vista in questa situazione sono rimasta basita, anche perché le difficoltà non sono poche.
Immagina di doverti truccare in mezzo alla strada, certo non sto parlando di cose elaborate, giusto una matita, un rimmel ed un rossetto.
Se sei un uomo e non ti sei mai truccato sappi che mettere un rossetto è già un’ operazione relativamente complessa nell’intimità di 4 mura, al limite anche in ascensore, puoi farlo se hai uno specchio, ma sul motorino, è davvero complicato. Le vibrazioni che ti si trasmettono sulla mano, rischiano di creare immediatamente un effetto canotto sulle labbra che la Parietti in confronto sembra normale, ammesso che tu poi riesca a farlo senza guardarti…
E poi una considerazione: perché una si dovrebbe truccare fuori da casa??
Perché non vuole farsi vedere che va in ufficio o sul lavoro con una faccia diversa da uno zombie, causa un marito troppo geloso? Oppure perché pensa di risparmiare tempo e non ha voglia di alzarsi quei 10 minuti prima??
E poi mi sorge spontaneo un’altra domanda, come fa quando torna a casa, si strucca in ufficio? Mah!
Chi ha una risposta, è pregato/a di farsi avanti.

2. Come sono fashion, oh come sono fashion…

guida sullo scooter borsa

La borsa appoggiata a metà avambraccio alla guida dello scooter è davvero imbarazzante

Questa mi è capitata proprio pochissimi giorni fa, ero ferma in coda al semaforo. Sono al centro della corsia e sulla mia sinistra sfreccia un motorino, di marca non identificata. Parabrezza, bauletto, telo coprigambe e borsetta, indossata come se la ragazza la stesse sfoggiando ad una sfilata.
Infilata sull’avambraccio, penzolava. Bella come un pendolo di un orologio da muro e delle stesse dimensioni, era lì! Pronta ad incastrarsi nel primo specchietto che poteva incontrare, o a scontrarsi con qualunque cosa si fosse avvicinata a solo mezzo metro dallo specchietto… ecco, immagina questa posizione sul braccio, con questa dimensione di borsa e poi dimmi se si può! Ma poi non c’è nulla di più scomodo, tra l’altro il peso della borsa ti tira giù il braccio, che dovrebbe essere attaccato alla mano che tiene il manubrio… ma appoggiala sulla pedana in mezzo ai piedi no???

3. A piedi nudi nel parco…

Questa purtroppo è una prerogativa femminile, ma anche maschile, cioè l’uso di scarpe assolutamente inadatte alla guida di qualunque cosa, soprattutto di uno scooter!
Si perché bisogna ricordare che la guida di un auto con le ciabatte o infradito, non è più proibita dal 1993, ma resta il fatto che le assicurazione possono non coprirti in caso ci sia un abbigliamento che comprometta il corretto utilizzo del mezzo. In caso di guida dello scooter, utilizzare scarpe che lasciano completamente scoperto il piede può essere estremamente pericoloso, ma altrettanto potrebbe esserlo, guidare con uno stivale completamente coprente il piede, ma con un tacco 12 a spillo, che potrebbe essere utilizzato come arma impropria… se improvvisamente ti dovesse capitare di dover mettere giù un piede, non ti puoi lamentare se ti si storta la caviglia, o ti si rompe lo stiletto, incastrandosi in un tombino…
Se poi lo stivale è pure un incrocio con un calza a rete… non si può…l’effetto è davvero tremendo…

guida sulla scooter scarpe

Questi stivali indossati non li ho mai visti, ma infradito o stivali a precipizio, purtroppo si!

4.Gonne, minigonne e buon gusto…

guida dello scooter con tacchi e gonna stretta

qui tra scarpa e gonna non si sa cosa dire

La mia è certamente una visione femminile del problema. La ragazza ha gambe notevoli, ma non mi pare il luogo ed il modo di metterle in mostra. Quello che io vedo è una bella fanciulla in equilibrio assolutamente instabile (vedi paragrafo precedente) e con una gonna che sta per disfarsi, con il rischio di lasciarla in perizoma, perché certamente questa donna è tipo da portare un perizoma. (Nulla contro tale tipo di indumento sia chiaro, ma se almeno avesse i mutandoni della nonna, avrebbe di che coprirsi in caso di patatrac!)
Inoltre, non voglio pensare a cosa accadrebbe se dovesse fare una scivolatina anche piccola piccola sull’asfalto….magari indossare un abbigliamento leggermente più coprente, sarebbe meglio.

5.Tanto fumo, niente cervello

Anche qui, un’abitudine bisex. Già fumare è un vizio a dir poco stupido e lo dice una che fumava (molto stupidamente) 2 pacchetti di sigarette al giorno e che di colpo una sera si è chiesta:” perché lo faccio?” ed ha smesso.
Ma fumare alla guida dello scooter è addirittura demenziale, perdonami se lo fai e te lo senti dire…ma che gusto c’è?? Sei in mezzo al traffico dove, a mala pena riesci ad inalare qualche molecola di ossigeno qua e là incastrata tra microparticelle velenose. Che bisogno c’è di annebbiarsi la vista ed il cervello con un lastricato di catrame che ti si deposita nei polmoni???
Va beh, cerco di dirtelo nel tuo linguaggio. La sigaretta è un rito (inutile e dannoso, ma per te è un rito), dopo il caffè, senti immancabilmente quella necessità di infilarti la sigaretta in bocca ed avvicinare il tuo alito ad una ciminiera… bene. Fallo. Ma farlo mentre guidi, che senso ha?? Ti si consuma a metà, non senti il sapore perché è confuso con lo schifo che stai respirando, in più rischi che la cenere incandescente ti finisca in un occhio, insomma se proprio devi farti del male, fallo bene!

6.Casco, forcine e bigodini…

Il casco è un accessorio fondamentale per chi guida lo scooter, ti salva la vita, lo abbiamo detto in tutte le salse, in tutti i laghi e in tutti mari, eppure ci sono ancora dolci signore (e signori, per dire la verità…) che si ostinano ad indossare caschi più grandi di una taglia, sperando che questo salvaguardi la loro folta capigliatura e messa in piega.
A tale scopo infilano cappelli, cappellini, elastici, forcine e chissà cos’altro, tra la testa ed il casco. Il risultato è esteticamente orrendo, perché ti viene fuori una cofana enorme (e questo è il meno), ma la cosa peggiore è che hai annullato totalmente l’effetto protettivo del casco, che dovrebbe invece aderire perfettamente alla testa per attutire in modo adeguato gli eventuali urti che potrebbero avvenire.
Insomma un po’ di buon senso non guasterebbe anche in questi casi.

Ma per dimostrarti che il ragionare, usare la testa, spesso non è di questo mondo, ti faccio vedere un video, in cui ti dimostro quanto stupido può essere l’essere umano e come, questi ragazzi hanno usato lo scooter.

Bene, spero che tu non prenda esempio da questo video, ma se sei arrivato a leggere fino a qui, sono certa che non lo farai….
Se vorrai sapere quali altre cose non devi assolutamente fare alla guida di uno scooter o di una moto, a prescindere che tu sia uomo o donna, ti consiglio questo articolo di Luca Govoni .

E tu quali comportamenti strani o scorretti, hai visto??
Raccontameli lasciando un commento qui e se ti sei divertito a leggere questo scritto, condividilo per favore, i pulsanti sono sempre a portata di click!

Giulia, donna, mamma, ingegnere ed esperta di sicurezza sul lavoro, mi manda questa foto, con questa descrizione, a testimonianza del fatto che noi donne, siamo capaci di fare davvero  tutto a modo nostro… bellissima, grazie Giulia!

la 1 (mascara veloce) e la 3 (infradito alla guida della honda) fatte ! aggiungo che io sono una appassionata di piante, a volte anche molto lontano da casa transito davanti a un bel vivaio e non resisto senza entrare. Morale...trasportare un albero che oscuri totalmente la visuale per me è l'assoluta normalità (e quello nella foto è piccolo, ho portato in vespa un glicine di 1,7 m).

la 1 (mascara veloce) e la 3 (infradito alla guida della honda) fatte ! aggiungo che io sono una appassionata di piante, a volte anche molto lontano da casa transito davanti a un bel vivaio e non resisto senza entrare. Morale…trasportare un albero che oscuri totalmente la visuale per me è l’assoluta normalità (e quello nella foto è piccolo, ho portato in vespa un glicine di 1,7 m).

 

silvia camnasio
Lavoro alla Moto 39 dalla sua nascita. Oggi mi occupo prevalentemente di rispondere ai quesiti che i loro clienti mi pongono, tramite questo blog, sotto forma di articoli, oppure direttamente via mail. Puoi pormi le tue domande scrivendomi via mail vespamoto39@gmail.com, ti risponderò direttamente o tramite un post su questo sito. Oggi un nuovo progetto #liabbiamoaiutaticosì! Vogliamo raccogliere storie vere, di persone normali per qualcuno e speciali per qualcun' altro. L'idea è nata come pretesto per raccontarti cosa possiamo fare noi per te per aiutarti, ma sta diventando invece l'occasione per raccontare cosa, ognuno di noi, ha fatto per qualcun'altro.
Partecipa anche tu, scrivi a vespamoto39@gmail.com o contattami attraverso il link dedicato racconteremo insieme #liabbiamoaiutaticosì.

Lascia un commento